CBT-E per disturbi alimentari

La Terapia cognitiva comportamentale per i disturbi dell’alimentazione risulta una terapia molto efficace in alcuni casi specialmente per ridurre i sintomi e migliorare la qualità della vita in un periodo medio-breve o per i disturbi alimentari di lunga durata.

In casi di disturbi alimentari o disordini alimentari a qualsiasi peso, predispongo quindi un percorso di cura in collaborazione con Psicologhe, psicoterapeute, psichiatre e tecniche della riabilitazione psichiatrica.

In caso di presa in carico pregressa da parte di altre professioniste chiederò il consenso a collaborare per rendere il percorso con me continuativo e in linea con i progressi fatti.

Di cosa si occupa un dietista all’interno di un percorso cbt-e?

Di rendere l’alimentazione e la relazione con il cibo un atto spontaneo di piacere e cura, costruendo con la persona pezzo per pezzo il cosa, il quanto, ma soprattutto il come in maniera graduale e nel rispetto dei bisogni e delle preoccupazioni.

Non c’è un tempo giusto, c’è il tempo di cui la persona ha bisogno.